Shakespeare «veneziano»

Autori, Eventi · 3 luglio 2012

I sonetti tradotti da Isabella Panfido: «In dialetto sono più fedeli all’originale». Le poesie saranno lette da Paolini nel «Milione» in scena a Verona dal 5 al 7 luglio

«E ogni belezza col tempo se smarisse / Fruada par sorte o estro de natura. / Ma la to eterna istà no sfantarà / E sempre ti sarà paron dela to belezza/ La morte, smargiassa, ombra non te darà / Parchè in versi eterni ti cressarà nel tempo». Questo incantevole verso è stato scritto da un poeta veneziano nato a Stratford, sul fiume Avon, il 23 aprile del 1564. E’ un gioco, chiaramente. William Shakespeare è il Dante degli inglesi e nessuno, qui, vuol tirarlo per la giacchetta delle nazionalità. Lo «scherzo», però, serve a dire come, davvero, se Shakespeare fosse nato e vissuto a Venezia […]

Continua a leggere sul Corriere del Veneto

Shakespeare alla veneziana, di Isabella Panfido, edito da Santi Quaranta per la collana El Portego

Lascia il tuo commento

Dal 28 dicembre al 9 gennaio
Chiusura per ferie

Comunichiamo ai nostri clienti che le spedizioni dei libri ordinati non saranno effettuate dal 28 dicembre 2018 al 9 gennaio 2019. Grazie e buone feste!

Katherine Mansfield
L’infanzia di Katherine

Alla Baia e La casa delle bambole.

Isabella Panfido
Lagunario

Per ognuna delle isole della Laguna veneziana una mappa singolare e esauriente.

Ferruccio Mazzariol
La mia Treviso

Passeggiate nella Marca.

Antoine de Saint-Exupéry
Lettere a mia madre

La corrispondenza indirizzata da Saint-Exupéry alla “mamma adorata” tra il 1910 e il 1944.

Start typing and press Enter to search