Il Rosone

Ulderico Bernardi segna in Istria d’amore uno dei punti più alti e più belli della sua narrativa e del suo pensiero. Tutta l’opera è attraversata da un’elegia scabra e umanissima, dal sentimento del viaggio come metafora, dal paesaggio percepito come forza e geografia dell’anima; da un’Istria, terra veneziana e slava, mischiata di tante culture, piccolo specchio dell’universo; dall’attenzione privilegiata per le persone. È scrittore, non di frontiera, ma che allarga la frontiera e le frontiere per incontrare l’altro, la sua cultura e la sua identità in uno scambio persistente e amoroso di arricchimento reciproco. In Bernardi non ci sono radici provinciali, sospettose e misogine, non c’è il cosmopolitismo che nulla contiene.
Questo autore, geniale e affettuoso, a suo modo battitore spericolato, si muove dal microcosmo istriano, magico frammento della molteplicità europea, registrando con il passo del pellegrino antico e del cantastorie contemporaneo tutte le ricchezze che scorge nel suo camminare sereno e pacato. E da qui sale un canto, il suo canto, per la bellezza e le bellezze tout-court che plasma e sublima in un sentimento di appartenenza cosmica e universale.
Per questo egli si affida a tre numi tutelari che gli spianano continuamente la strada bianca del viaggio: Niccolò Tommaseo, sostenitore delle ‘piccole civiltà’ e del loro reciproco scambio culturale ed economico, della persona secondo la visione del cattolicesimo, nonché nemico di qualsiasi centralismo e nazionalismo; Fulvio Tomizza, segnato da un’istrianità plurima, sofferta e dolce, e Mircea Eliade da cui riceve l’autoctonia, cioè “un sentimento di struttura cosmica che supera di molto la solidarietà familiare e ancestrale”.
Istria d’amore è perciò un’opera vivissima e palpitante, a tratti travolgente per la sua felicità narrativa, che apre a sempre nuovi orizzonti.

Altre opere di Ulderico Bernardi edite da Santi Quaranta

Una Terra antica

Il tesoro dei padri

Il lungo viaggio

Il profumo delle tavole

La festa delle vigne

La piccola città sul fiume

Lascia il tuo commento

Start typing and press Enter to search