Il fondaco

“Una domanda e tante risposte”. Così comincia monsignor Marroncello, passando subito a esaminare le “tante risposte” date a Gesù nei secoli, da quella di fede ispiratissima del primo apostolo, all’altra di scandalo, di violenza e condanna a morte espressa e attuata nel mondo; dalle risposte dei Dodici a quelle di Ario e degli altri eretici, fino alla risposta di esistenza oltre che di riflessione umana e sacerdotale, intensamente vissuta dall’Autore di questo libro.

Da sant’Agostino ai mistici medievali le risposte alla domanda di Gesù si identificavano spesso con confessiones e soliloquia. Dall’illuminismo in qua è invalsa la consuetudine di rispondere a Gesù narrandone la vita. Perciò si sono avuti innumerevoli vangeli: secondo Hegel, secondo Renan, secondo Strauss e, da noi, secondo Papini, secondo Pomilio, e così via… Il libro di monsignor Marroncello è tra un’implicita confessione agostiniana e il saggio moderno. La risposta di vita e di pensiero, con la quale egli va incontro alla domanda di Gesù, conserva la pienezza di fede di Simon Pietro, ma senza escludere perplessità e disagi.

Fortunato Pasqualino

Lascia il tuo commento

Start typing and press Enter to search