el portego

In Giochi e preghiere in veneziano il piccolo-grande popolo dei bambini veneziani parla canta gioca e prega secondo un’identità viva e coerente; senza smagliature, all’unisono coralmente. Si avvertono, dentro questo bel libro originale, il respiro e l’anima di un popolo vero, in cui tutto si tiene nei giochi festosi, nelle preghiere cantilenanti e armoniose, e nei comportamenti esistenziali.

La lingua veneziana rifulge solare e onomatopeica, giocosa e musicale, e ci manifesta un mondo sapido, intriso di gioie semplici che sgorgano autentiche dal cuore e dalla vita. Era quello il mondo di una Venezia organica e peculiare, pervasa da una malia che incanta, diverte, e consola.

Il gioco è un aspetto fondamentale dell’esistenza umana: si intende il gioco spontaneo, popolare, creativo, non quello massificato. Esso s’inclina verso una condizione e una sensibilità che vanno oltre il temporale innestandosi al cielo, e piace molto ai bambini. I passatempi di questo volumetto, che riunisce due testi diversi del grande Bernoni, saranno per molti una rivelazione: un tesoretto di piccoli talismani, di scherzi buffi e gustosi, che serviranno come spunto per i nostri bambini veneti, anch’essi ormai abituati a giochi e giocattoli elettronici e meccanici, che fanno perdere il gusto di divertirsi insieme, pienamente felici.

Qui i giochi sono accompagnati da canti e filastrocche, e talvolta si sciolgono nel canto: nella pimpinela, nella burata, nel dindon, nei pugni pugneti… Anche le preghierine, così semplici, così vive e dirette, talvolta in petel, potrebbero essere un modello diverso dalle formule didattiche del catechismo: la religione, infatti, dovrebbe essere trasmessa con gioia.

Giochi e preghiere in veneziano è un’operetta simpatica e spigliata, un manualetto scherzoso e divertente, per far apprendere, gaiamente, l’idioma meraviglioso della nostra terra veneta, così decaduto tra i piccoli a causa dell’insipienza dei grandi.

Altre opere di Domenico G. Bernoni edite da Santi Quaranta

Fiabe e novelle popolari veneziane

Lascia il tuo commento

Start typing and press Enter to search