Boris Vishinski

Biografia e opere

BORIS VISHINSKI è nato a Skopje (Macedonia) il 6 giugno 1929, e vi è morto il 29 gennaio 2011. Laureatosi in legge all’Università di Belgrado entra nel giornalismo collaborando al quotidiano “Nova Makedonia” (Nuova Macedonia) e assumendo, dal 1959, la funzione di redattore capo della rivista “Kulturen zivot” (Vita culturale).

I suoi libri sono stati tradotti in numerose lingue: serbo-croato, spagnolo, ucraino, maltese, slovacco, albanese, sloveno, tedesco, francese, inglese, russo, svedese, polacco, greco, rumeno, turco; e anche in italiano. Vinozhito (Arcobaleno) è apparso prima in edizione italiana, Trevi 1971 e poi in macedone; Lavina (La valanga) è stato pubblicato nel 1985 e nel 1988; Tesno More (La nave sulla montagna) è uscito presso Marietti nel 1991.

Molte sue opere sono state premiate in sedi autorevoli; Krstot na Bogomil (La croce di Bogomil) ha ottenuto, nel 1994, il premio nazionale per il miglior romanzo in lingua macedone. Vishinski, che è anche drammaturgo e poeta, è considerato il maggior scrittore della Macedonia contemporanea.

Start typing and press Enter to search