Bonaventura Tecchi

Biografia e opere

BONAVENTURA TECCHI nacque a Bagnoregio (Viterbo) nel 1896 e morì a Roma nel 1968.

Partecipò alla prima guerra mondiale; catturato dagli austriaci, fu recluso in un campo di concentramento insieme a Carlo Emilio Gadda e al futuro drammaturgo Ugo Betti: traumatica esperienza ben resa da Baracca 15C.

Direttore del Gabinetto Vieusseux nel 1925-1929, insegnò poi come germanista nelle università cecoslovacche di Brno e Bratislava, e a Padova. Ottenne in seguito la cattedra di Lingua e Letteratura tedesca a Roma pubblicando diversi saggi, tra cui Romantici tedeschi e Goethe scrittore di fiabe.

Fu celebre narratore negli anni ’40, ’50 e ’60, con romanzi centrati particolarmente sulla figura femminile; tra i più riusciti, Valentina Velier e Gli egoisti. Sulla Tuscia, la terra a lui molto cara, ha lasciato due opere di notevole fascino poetico, e sociale: Antica terra e La terra abbandonata.

Opere di Bonaventura Tecchi edite da Santi Quaranta

Tarda estate

Start typing and press Enter to search