Aleksandr Bestuzev

Biografia e opere

ALEKSANDR BESTUŽEV, ritenuto uno dei più notevoli scrittori russi della prima metà dell’Ottocento, nacque a Pietroburgo il 23 ottobre 1797. Nel 1817 fu promosso ufficiale dei dragoni; cinque anni più tardi conobbe Kondratij Ryleev, che svolse un ruolo fondamentale nella sua adesione al moto decabrista.

Cominciò a scrivere ancora giovanissimo, intrattenendo anche un vasto carteggio con Puškin che proseguirà fino al 1825, l’anno dell’arresto e del successivo esilio del giovane ufficiale-letterato, reo confesso di aver fomentato la rivolta del Reggimento Mosca sulla Piazza del Senato. Nel 1829, grazie all’intervento dell’amico commediografo Griboedov, ottenne di scontare i rimanenti anni della condanna partecipando alla guerra di conquista del Caucaso in qualità di soldato semplice. Nel 1837 scomparve in battaglia a Capo Adler sul Mar Nero.

Romantico per temperamento e per educazione letteraria, avvertì l’influenza di Byron nella lirica e di Scott nei romanzi storici. La sua opera più importante è Ammalat-Bek, ora tradotta in italiano da Carmen Putti con il titolo Il giovane bek. Una storia del Caucaso che fa conoscere Bestužev, più noto con lo pseudonimo di MARLINSKIJ, per la prima volta nel nostro paese.

Start typing and press Enter to search